No Island but other connection - Workshop di e con Enrico Malatesta

No Island but Other Connection è un progetto di ricerca di Enrico Malatesta la cui prima edizione è stata presentata a Santarcangelo dei Teatri - Festival Internazionale del Teatro in Piazza (Santarcangelo di Romagna, Luglio 2016) e che qui a Careof - in occasione della nuova configurazione degli spazi dell’organizzazione nella Fabbrica del Vapore di Milano - si formalizza in un programma di workshops site-specific realizzati attraverso l’utilizzo del potenziale acustico degli spazi di lavoro e alcuni materiali forniti dallo stesso Malatesta.

L’intento è quello di presentare lo stato di ricerca dell’autore in modalità aperte e capaci di offrire ai partecipanti la possibilità di approfondire il comportamento sonico di tutto ciò che circonda lo spazio soggettivo di un ascoltatore.
Il suono, presentato come evento multiplo e partecipativo, diviene lo strumento con cui realizzare dispositivi evoluti di ascolto, pratica spaziale e interazione con la vitalità di materiali readymade.


La residenza presso Careof è utilizzata come momento di studio per Readymade Metal Book progetto di ricerca teorica e performativa dedicata ad oggetti readymade e alla possibilità di produrre zone autonome di connessione tra la vitalità dei materiali e ed essere umano attraverso il suono.

Readymade Metal Book sarà presentato in prima assoluta a maggio 2017 presso il Kunstenfestivaldearts, 'Before the Codes' di Bruxelles.

[credit: Jacopo Menzani]

Readymade Metal Book

Metal Book è il primo di una serie di oggetti metallici readymade che ho recentemente raccolto a Cesena nel magazzino di un rottamatore. (in romagnolo: e fèrvèc)

Attraverso vere e proprie montagne di rifiuti metallici ho selezionato oggetti dotati di un intenso impatto visivo e, allo stesso tempo, immediate possibilità di utilizzo e reazione ai più semplici impulsi, creando condizioni imprevedibili di movimento e suono.
Il mio interesse in questi oggetti risiede nel fatto che occupano una posizione confusa in rapporto ai sistemi di relazione tra essere umano e utensile; ognuno di essi, infatti, non è in una zona definita di evoluzione/corrosione rispetto alla mia prospettiva; sono erosi e spaccati al punto da non riuscire a capire quale effettivamente fosse il loro precedente ruolo impiegati nel sistema di relazione essere umano/necessità/strumento ma, allo stesso tempo, non sono sufficientemente distrutti per essere considerati semplicemente rifiuti o frammenti.
Raccogliendo alcuni di questi oggetti ho tentato di raccogliere una possibilità: la possibilità, per essi, di definire una traiettoria diversa dalla distruzione riciclica e liberare il potenziale per divenire agenti capaci di svelare un modo di essere “altro” e posto in una zona liminale per la mia percezione e per l’accezione da me data alla parola “strumento”.

Sono estranei e tali rimarranno; la loro distanza è inestinguibile.

L’intero progetto non ha limiti ed è anzi considerato come un mezzo di ricerca e di nutrimento per il pensiero: esso verte sul tentativo di ridare dignità ad un mondo posto al di fuori di me stesso, un mondo di esseri non-umani e del loro processo corruttivo e generativo che si palesa attraverso il movimento e il suono.

Il suono occupa un ruolo specifico: è una conseguenza data dal mantenimento di una condizione di movimento ed è sempre in costruzione attraverso la relazione tra me e l’oggetto nelle nostre reciproche attività. Il suono è il “vero spazio” che condivido con l’oggetto, è la nostra zona autonoma di connessione.

Programma workshop

28 APRILE
10:30 - 12:30

  • Sessione di ascolto
  • Reading
  • Readymade #01 "Metal Book" indagine sonora e di movimento

14:00 - 17:00

  • Pratica Spaziale site-specific
  • Aural Architecture
  • Esercizio di ascolto azione sonora di Enrico Malatesta - Limite

29 APRILE
10:30 - 12:30

  • Sessione di ascolto
  • Reading
  • Readymade #02 - Indagine sonora e di movimento

14:00 - 17:00

  • Pratica Spaziale site-specific
  • materiali deformabili - spazi deformabili
  • Field Recording
  • Esercizio di ascolto e azione sonora di Enrico Malatesta - Superficie

30 APRILE
10:30 - 12:30

  • Sessione di ascolto
  • Reading
  • Readymade #03 - Indagine sonora e di movimento e registrazione dell'attività sonica

14:00 - 17:00

  • Pratica Spaziale site-specific
  • Risonanza e Decadimento del suono come possibilità di movimento
  • Esercizio di ascolto e azione sonora di Enrico Malatesta - Deriva

Costi e modalità del workshop

L’esperienza dell’ascolto si sviluppa, quindi, attraverso laboratori, performance informali e un momento esclusivamente performativo. Ciascuna parte del progetto è legata all’intento di potenziare l’ascolto attivo, aperto alla relazione tra lo spazio, i suoni e la vitalità dei materiali con l’intento ultimo di aumentare attenzione e percezione di ciò che agisce al di fuori del soggetto e produrre possibilità per un futuro aperto alla relazione con il suono.

Il workshop, aperto a tutti gli interessati, si effettuerà nelle date 28-29-30 Aprile ed avrà un costo di 100 euro con iscrizione all’associazione per l’intero ciclo, mentre di 50 per la singola giornata.

Biografia Enrico Malatesta

Enrico Malatesta (*1985). Percussionista e ricercatore indipendente attivo in ambiti sperimentali posti tra sound art, musica e performance; la sua pratica esplora le relazioni tra suono, spazio e movimento con particolare attenzione alle modalità di ascolto, alle afordances degli strumenti e al poliritmo, inteso come definizione di informazioni multiple attraverso un approccio ecologico e sostenibile allo strumento percussivo.

In ambiti di ricerca dedicati alla sperimentazione sonora, alla musica elettro-acustica e di improvvisazione ha pubblicato materiale audio per le etichette Entr'Acte (UK), Alku (ESP), Presto (IT), Second Sleep (I), Senufo Editions (I), Weighter Recordings (USA), Consumer Waste (UK) e ha avuto la possibilità di presentare il proprio lavoro in festival ed eventi speciali in tutta Italia, Europa, Nord America, Giappone e Corea del Sud tra cui si ricordano:

Terraforma Experimantal and Sustainable Music Festival | Milano (I), Santarcangelo dei Teatri - Festival Internazionale del Teatro in Piazza, Santarcangelo di Romagna (I) | Node Festival - Civico Planetario di Modena, Modena (I) | Blurred Edges Festival, Hamburg (DE) | Sound Disobedience Festival, Zavod Sploh, Ljubljana (SLO) | Crisalide Festival, Forlì (I) | Tempo Reale Festival, Limonaia di Villa Strozzi, Firenze (I) | Villa Médicis ­- Académie di France à Rome, Roma (I) | All Ears Festival, Oslo Domkirke, Oslo (NO) | Exploratorium - Konzertreihe Improvisation International, Berlino (DE) | IGNM -­ Internationale Gesellschaft Neue Musik, Walcheturm, Zurigo (CH) | Dotolimpic Festival, Seoul Foundation for Art and Culture, Seoul (KR) | Wendel!Open your door - South London Gallery & Southwark Park, London (UK) | Festival Màntica, Teatro Comandini, Cesena (I) | Postaja Topolove - Topolò di Grimacco (I) | Festival Batteries IV, Ginevra (CH) | Live Arts Week II, MAMbo museo d’arte moderna di Bologna (I) | Romaeuropa Festival, Teatro Palladium, Roma (I) | Neue Musik in St.Rupercht - St.Rupercht Kirche Vienna (AT) | Festival Dènsites - Création & actiones culturelles, Fresnes en Woevre (FR) | 54° Biennale di Venezia ­ Padiglione Danese, Isola di San Servolo,Venezia (I) | V:NM -Verein zur Förderung und Verbreitung Neuer Musik | Graz (AT), Rassegna di Nuova Musica - Macerata (I) | Festival Cable | Nantes (F). | Hotel Pupik | St.Lorenzen Bei Scheifling, Schrattenberg (AT) | Q-­o2 ­ workspace for experimental music and sound art | Bruxelles (BE).

In ambito di ricerca pedagogica, dal 2010 presenta il proprio lavoro attraverso workshops, lectures ed interventi site-­specific, collaborando con strutture indipendenti ed istituzionali tra cui:
Fondazione Pistoletto - Progetto UNIDEE, Santarcangelo dei Teatri - Festival Internazionale del Teatro in Piazza, Sapienza Università di Roma, Politecnico di Milano, O', Accademia di Belle Arti di Brera, Conservatorio di Musica di Vicenza, IUAV Università di Venezia, Biblioteca Malatestiana di Cesena, Societas Raffaello Sanzio, Teatro Valdoca, Santarcangelo dei Teatri - Festival Internazionale del Teatro in Piazza, Santarcangelo di Romagna (I).

Docente per l’A.A. 2014/2015, 2015/2016, 2016/2017 del corso Progettazione Spazi Sonori presso Accademia di Belle Arti di Bologna.

Il progetto Aliossi_workshops, bricolage and audio installations for kids è stato presentato in diversi festival e contesti dedicati all'educazione tra cui si ricorda Uovo Kids - Museo della Scienza e della Tecnica di Milano, Museo Internazionale e Biblioteca della musica di Bologna, Teatro Grande di Brescia, Mantova Playground & Corraini Edizioni, Puerilia - Festival di Puericultura teatrale di Cesena, Bim!Microfestival di cultura infantile di Cesena.

Tra il 2007­-2013 lavora come musicista di scena per Teatro Valdoca e Mariangela Gualtieri
Dal 2015 collabora con Societas - Chiara Guidi.

Fondatore delle associazioni Frequente e MU impegnate nell’organizzazione di eventi, rassegne e workshop dedicati al suono, musica sperimentale e pratiche spaziali, attive a Milano e nel territorio romagnolo.

Per iscriverti compila il form di seguito:

Allega inoltre una lettera motivazionale di massimo una cartella e il portfolio se presente, inviando in formato zip una cartella con NOME COGNOME_NO ISLAND

Invia tutti gli allegati richiesti a questo link: https://it.hightail.com/u/careof