Casa Capra incontra l'Archivio Video di Careof

1 · 8 · 15 · 22 dicembre 2018

Ore 18.30 - Ingresso libero

Casa Capra inaugura la nuova stagione con una collaborazione speciale invitando Careof a suggerire una selezione di opere video dal proprio Archivio Video costituitosi nel 1987 e diventato man mano uno dei più esaustivi e interessanti osservatori sulle produzioni artistiche italiane legate all’immagine in movimento.

Durante quattro appuntamenti nel mese di dicembre, un ricco programma di screening alternerà produzioni che vanno dalle prime sperimentazioni artistiche degli anni ‘70 passando attraverso la trasformazione del mezzo tecnologico - da analogico al digitale - per arrivare all’oggi.

Di questa selezione, un percorso cronologico e autoriale, mette in luce aspetti, tematiche e linguaggi che hanno caratterizzato gli approcci e gli interessi artistici in questi ultimi cinquant’anni di storia.

1 DICEMBRE / Le prime sperimentazioni degli anni '70 e '80

Franco Vaccari, I cani lenti, 1971,
Paolo Gioli, Secondo il mio occhio di vetro, 1971
Ugo La Pietra, La Grande Occasione, 1974
Alberto Grifi, Parco Lambro, 1976

8 DICEMBRE/ Alcuni dei protagonisti della scena anni 90

Michele Sambin, Autointervista, 1980
Correnti Magnetiche, Minima, 1985
Massimo Bartolini, Il frutto, 1990
Liliana Moro, La solida avventura, 1993
Enzo Umbaca, 87.90 MHZ in FM, 1993
Marcello Maloberti, Mario Collocchio, 1994
Grazia Toderi, Zuppa dell’eternità e luce improvvisa, 1994
Adrian Paci, Albanian Stories, 1997
Ottonella Mocellin, Storie d’italia, 1998
Adrian Paci, Believe me I’m an artist, 1999
Francesco Vezzoli, A love trilogy - self portrait with Marisa Berenson as edith, 1999

15 DICEMBRE / Gli anni 2000
Eva Marisaldi, Happ, 2002
Zimmerfrei, Memoria Esterna, 2006
Ra di Martino, La camera, 2006
Gianluca e Massimiliano de Serio, Zakaria, 2005
Meris Angioletti, Paradigma indiziario, 2009
Yuri Ancarani, Il capo, 2010

22 DICEMBRE / Le produzioni di Careof - Arte Visione
Luca Trevisani, Cerchio, 2015
Riccardo Giacconi, Lo scherzo, 2016
Martina Melilli, Mum, I’m sorry , 2017

//////

Casa Capra è uno spazio espositivo indipendente di ricerca e produzione artistica nel quartiere di Magrè di Schio immerso tra i luoghi del quotidiano: tra l’edicola, l’alimentari e il bar del paese.

La posizione non è tra le più convenzionali ma si pone l’obiettivo di trovare un terreno diverso, uno spazio tendenzialmente fuori dagli ordinari circuiti dell’arte delle grandi città per raccontare nuove storie attraverso i lavori de stess artist* che ne fanno parte.

http://www.casa-capra.it/

////////

Careof Archivio Video
Nato per passione e volontà del fondatore di Careof (Mario Gorni) e proseguito negli anni con la sua crescita, nel 2006 acquisisce un riconoscimento importante da parte del Ministero per i Beni e le Attività Culturali che lo ha inserito tra gli Archivi Storici di rilevanza nazionale.
L’Archivio Video di Careof comprende oggi circa 7.000 titoli: un osservatorio attendibile e privilegiato per uno sguardo completo sulle modalità produttive e sulle ricerche artistiche degli ultimi anni. Nel catalogo sono conservate opere d’artista, a partire dalle prime sperimentazioni degli anni ’70 sino alle produzioni delle ultime generazioni, oltre a documentazioni di mostre, conferenze, performance ed eventi d’arte di livello internazionale, tra cui: Biennali, Manifesta, Documenta, Skulptur Projekte, arricchite con interviste ai principali protagonisti, artisti, critici e curatori.

Scopri di più sull'Archivio Storico di Careof