28 February 2024 10:49:25
open
c/o careof

Organizzazione non profit per l'arte contemporanea

c/o careof
2019

Raphaël Cuomo & Maria Iorio - Undead Voices

Undead voices
2019
Italia, Svizzera
Documentary, colour, sound, 39'
Directed by Maria Iorio, Raphaël Cuomo

"Undead voices" si concentra sull'archivio come soggetto anziché deposito/contenitore di materiale, e invita a riflettere criticamente sull'assenza che coinvolge, sulle questioni della conoscenza, su possibili modi alternativi di scrivere la storia. Il punto di partenza è un film Super 8 mm amatoriale della regista Isabella Bruno, intitolato “Donne emergete!”. L'esame della bobina, riscoperta recentemente e consegnata al Centro Sperimentale Cinematografia ANCI, ha rivelato che il film, secondo i criteri archivistici, è irrimediabilmente distrutto. A partire dall’osservazione delle emulsioni fotografiche ormai devastate, il progetto presenta gli  effetti della marginalizzazione del “cinema minore” e la dispersione o distruzione di materiale culturale relativo ai movimenti di contestazione degli anni '70 in Italia. Tuttavia riesce a recuperare le sequenze fantasma che documentano le manifestazioni e le assemblee femministe, segni di resistenza e amore, così come alcune canzoni che compongono la colonna sonora – che rivelano alcune invocazioni insolite e trasgressive di non morti che ci chiamano dall'aldilà.

La nuova installazione video – che includerà anche alcuni striscioni e materiali storici – enfatizza la qualità spettrale del cinema e diventa un esperimento col suo potenziale di rianimazione. La produzione del film crea una temporalità in cui le pratiche femministe del passato e del presente entrano in contatto attraverso il tempo e risuonano assieme. Inventa una forma che combina diverse generazioni e registri di immagini, che intreccia narrazione e canto, rompendo la gerarchia tra semantica e vocalità.

La prima versione è il risultato di discussioni con la storica del cinema Annamaria Licciardello. Si è sviluppata attraverso una serie di sessioni di ascolto collettive in collaborazione con le performer Alessandra Eramo e Anna Frei, in arte DJ Fred Hystère. Il progetto continuerà con ulteriori ricerche negli archivi femministi, sessioni di ripresa sulla rive del Lago di Vico (dove Isabella Bruno ha vissuto gli ultimi anni della sua vita), così come conversazioni con i protagonisti coinvolti nei cine-club e movimenti femministi a Roma.

L'opera è stata selzionata al TFF - Torino Film Festival, Torino nel 2021 ed è stata presentata a M9 - Museo del Novecento di Venezia e alla SAVVY CONTEMPORARY (Berlino). Nel 2022 è stata presentata anche a Kunsthalle Bern (Svizzera).

BIOGRAFIA

Maria Iorio, Raphaël Cuomo

(Italia, 1975 e 1977) sono una coppia di artisti che operano tra Ginevra e Berlino. Lavorano insieme dal 2003, dai tempi della laurea all’Esba (ora Head) di Ginevra. Tra il 2006 e il 2007 hanno preso parte al programma post-laurea Jan van Eyck Academy, nell’istituto di ricerca e produzione post-accademico nel dipartimento di arti figurative dell’Università di Maastricht. Sono stati artisti in sede presso l’Istituto svizzero di Roma (2008-2009), al Soma di Città del Messico (2015), alla Pratiques d'hospitalité, piattaforma per la ricerca critica e l’immaginazione politica di Grenoble (2017), e allo Iaspis di Stoccolma (2018). Hanno ricevuto lo Swiss Art Award (2007, 2008 e 2012), il Premio Gallarate (2012) e il Premio Fondazione Furla per l’Arte (2014). Negli ultimi anni, hanno collaborato con diversi produttori in campo artistico e accademico e nell’attivismo.

SCHEDA TECNICA

a film by Maria Iorio / Raphaël Cuomo

with
A Frei aka DJ Fred Hystère
Annamaria Licciardello

voice performance
Alessandra Eramo

musical reanimations
Anna Frei aka DJ Fred Hystère

voice
Maria Iorio

camera
Raphaël Cuomo

editing
Raphaël Cuomo / Maria Iorio

sound recording
Maria Iorio

translation
Simon Chapman
Maria Iorio

stage design
Mona Kuschel, Couturereal

sources
Donne emergete! (Isabella Bruno, 1975, Super 8mm);
8 marzo (Yuki Maraini, published in Canti dei donne in lotta 2, 1975);
Ma verrà un giorno (Yuki Maraini, version published in Siamo in tante, 1975; and version published in Canti dei donne in lotta, Movimento Femminista Romano, 1975); and a sample of
Bestie infinite (Caterina Barbieri, 2018) mixed by DJ Fred Hystère

with the kind collaboration of
Careof
Archivio Nazionale Cinema Impresa – Cineteca Nazionale

with the support of
Careof
Archivio Nazionale Cinema Impresa – Cineteca Nazionale
FMAC Genève
Pro Helvetia

thanks
Martina Angoletti, Caterina Barbieri, Isabella Bruno, Liliana Gianneschi, Gruppo cinema Alice Guy, Mariangela Michieletto, Ilaria Magni, Tullio Morganti, Diego Pozzato, Alessio Robino, Elena Testa

special thanks to
A Frei aka DJ Fred Hystère
Annamaria Licciardello