Luca Pancrazzi

A CURA DI
Elio Grazioli

Dal 21.06.1992 al 12.07.1992

Se noi indagassimo il vuoto come negativo del pieno, il cavo come madre vera del contenitore, e magicamente lo materializzassimo, rendendolo a sua volta, e di nuovo, un "pieno" andremmo a saturare pericolosamente tutto lo spazio disponibile.

Per moderazione e lontano dai pericoli l'indagine scopre invece una miniera di forme insospettate che tradisce la curiodità per la sorpresa e che si lascia sorprendere per la curiosità dei complementari e del loro confronto. Scegliere per la separatezza evidenziando però ciò che difficilmente si mostra. Anche questo è un lavoro di Luca Pancrazzi.