Scossa

OPERE DI
Dadamaino, Mariella Ghirardani, Arianna Giorgi, Luisa Protti, Casa degli Artisti Milano

Dal 12.06.1994 al 10.07.1994

Realista è la specializzazione con la sua ostinazione ad osservare esclusivamente le cose comprese in un campo delimitato. Il realista impone il peso delle situazioni. Realista è lo scontrino fiscale. Realista è l'ingegno col metodo tecnologico. Realista è la giornata di un lavoratore nel momento in cui la libertà d'azione viene veicolata da un'economia egemonica. Delacroix scrive riguardo alla pittura: "Il realista correggerà dunque in un quadro l'inflessibile prospettiva che a forza di precisione falsa la vista degli oggetti". Io non sono realista.

Arianna Giorgi
 

Tutti fuori a guardare un muro di cemento. Fuori, su questo muro, ci hanno appeso anche le figurine. Il muro di cemento è l'ottusità, l'indifferenza, l'impotenza; le figurine la beffa di chi l'ha costruito e di chi lo protegge. Chi vede le figurine, chi vede il muro di cemento. In un caso come nell'altro non succede niente. Io, che vedo il muro di cemento, ho pensato di costruirmi una stanza di cemento (senza finestre). Dentro e fuori una stanza di cemento. Fuori per turbare, scuotere, provocare temporale o feste; dentro per romperla con la fantasia. Forse senza saperlo, senza volerlo, ci hanno fabbricato una nuova bomba. Ma i cocci non li esporremo in un museo, li trasformeremo. Intorno e dentro a questa bomba sento qualcuno che schiocca le dita: è nervoso perchè è eccitato, è teso verso qualcos,a è allegro e schiocca le dita sentendo una musica, a terra sono uova di cemento.

Luisa Protti